giovedì 26 febbraio 2015

THE SHADOWHUNTERS TAG

Buona sera amici ed amiche,
era da un po' che non vi proponevo un bel tag divertente.Oggi ho scelto di rispondere alle domande del tag "The Shadowhunters Tag",perchè Shadowhunters è una delle mie serie preferite,e quindi appena ho trovato questo tag me ne sono innamorata.Sinceramente non so da chi sia stato inventato,ma l'ho visto molto in giro su Youtube.

#1 Qual è la tua serie preferita?

Scelgo la saga delle origini (formata dall'Angelo,il Principe e la Principessa).Penso che lo stile di scritture di Cassandra Clare si sia evoluto nelle Origini,poi ho adorato tutti i libri della trilogia,mentre della saga di "The mortal instrument" non mi sono piaciuti tutti allo stesso modo.



#2 Jace o Simon?

Scelgo Jace perchè...beh,è Jace!
Incarna alla perfezione il mio prototipo di ragazzo ideale,poi penso che oltre ad essere descritto come un ragazzo bellissimo (poi è interpretato di Jamie Campbell Bower **),abbia una personalità fantastica.
Niente,mi sono innamorata di lui...quindi nonostante Simon mi piaccia come personaggio,nessuno regge il confronto con Jace.


#3 Will o Jem?



Scusatemi ma non riesco proprio a scegliere.Io li amo entrambi.
Sarebbe difficilissimo metterli a confronto perchè due caratteri completamente diversi.E' come se,in un certo senso,si completassero a vicenda.Will è sarcastico,a tratti pungente ma tanto tanto buono,invece Jem è estremamente dolce e sensibile.Insomma sono due cuccioli.




#4 Chi è il tuo protagonista preferito?


Tra Clary e Tessa preferisco di sicuro Clary.Probabilmente perchè dopo aver letto sei libri in cui era protagonista,ora mi sento di conoscerla veramente.Mentre Tessa non sono mai riuscita a conoscerla pienamente,a scoprire tutto di lei,probabilmente perchè la Clare ha preferito soffermarsi di più sugli altri personaggi e sulla storia in generale.



#5 Il tuo cattivo preferito?




SEBASTIAN MORGERSTERN! ASSOLUTAMENTE.
E' il cattivo migliore che Cassandra Clare abbia creato ed è uno dei cattivo più ben sviluppati che io abbia incontrato in un libro.Le sue motivazioni,la sua personalità la sua spiccata ironia lo rendono un personaggio interessante da tutti i punti di vista.










#6 Qual è il tuo libro preferito?



Se la giocano "La principessa " della serie le Origini e " Città di vetro" della serie the mortal instruments.Li ho finiti entrambi in un giorno,mi hanno letteralmente catturata,non riuscivo a staccarmi dalle pagine.Se è un libro è in grado di crearti una tale assuefazione allora è sicuramente un gran libro!






#7 Personaggio preferito?



E' lui!Magnus Bane è il mio personaggio preferito.Ho letto praticamente dieci libri in cui lui era presente,e si,me ne sono innamorata (nonostante sarebbe  impossibile intraprendere  una relazione con lui...penso che Alec mi strozzerebbe XD)E' il personaggio meglio caratterizzato di tutte e due le serie...adoro la sua personalità!Fa tanto il duro egocentrico,ma dentro è estremamente dolce ,gentile e altruista, si fa sempre in quattro per aiutare gli altri.









#8 Qual è la tua copertina preferita?



Nonostante io odi in generale le copertine di Shadowhunters (non riesco proprio a spiegarmi il perchè di quei graffi insignificanti),devo ammettere che quella che si salva è la copertina di "Shadowhunters Città degli angeli caduti".Sarà perchè c'è Clary in copertina,poi la scritta è rosso aragosta,uno dei miei colori preferiti.











#9 Che tipo di personaggio vorresti essere? (shadowhunters,vampiro,stregone,lupo)




Shadowhunter tutta la vita!Non solo perchè la vita dei cacciatori di demoni mi intriga un sacco,ma anche perchè le altre categorie non mi ispirano granchè.
I vampiri mi sono quasi tutti antipatici,i lupi mannari...no (non vorrei essere un animale) e ogni stregone ha una peculiarità fisica...non vorrei avere la pelle viola!








#10 Ship preferita?





Ce ne sono tantissime di coppie che mi piacciono (anche coppie inventate da me ahahahah),ma sicuramente quella che preferisco e per la quale provo un amore particolare è la Malec,la coppia formata da Alec e Magnus.
Insomma,sono dolcissimi,sono perfetti l'uno per l'altro.Poi ho apprezzato molto il fatto che la Clare abbia deciso di aggiungere una coppia omosessuale.






#11 Cosa pensi del film?


Il film devo dire che mi è piaciuto,tant'è che ho comprato il dvd appena è uscito.Ho trovato super azzeccata la scelta degli attori e alla fin fine il film era anche abbastanza inerente al libro,nonostante,secondo me,verso la fine il regista abbia fatto un errore  madornale (ha spoilerato i primi tre libri -_-)



Spero che il tag vi sia piaciuto.Anche voi adorate Shadowhunters?Bene,questo è il tag giusto per voi.Invito chiunque ne abbia voglia a rispondere a queste domande.

                                                                                                                                         MissDafne










domenica 22 febbraio 2015

RECENSIONE :TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DELL'AMORE

Salve amici,
vi recensirò un libro che ho finito proprio ora.Ci tengo a dirvi che ho appena aperto una pagina facebook,se vi va di seguirmi anche lì mi trovate qui

TITOLO: Tutto ciò che sappiamo dell'amore

AUTORE: Colleen Hoover

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Rizzoli

PREZZO: 14.90 euro

TRAMA:Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre,rassegnata ad affrontare un nuovo,faticoso inizio.La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will,il vicino di casa,a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta.L'intesa è immediata,ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori-giovanissimo,ma dall'altra parte della barricata.Altrettanto impossibile allontanarsi,dimenarsi,rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia,anzi le poesie,in pubblico ma in segreto,servendosi di uno slam-una gara di versi-per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi.


                                               MIE CONSIDERAZIONI:

Mi dispiace molto dirlo,ma questo libro mi ha delusa.Mi aspettavo tantissimo,dopo aver letto tutte  considerazioni entusiaste,sono state proprio le stesse recensioni a spingermi a comprare questo libro.Non è il mio genere,quando posso evito i romance,ma ogni tanto un libro leggero ci vuole per staccare dai soliti fantasy o horror.Solo che ho trovato questo libro fin troppo leggero.
Come avrete letto dalla trama Lake dopo la morte del padre si trasferisce in Michigan per intraprendere un nuovo inizio insieme alle madre e al fratellino.Immediatamente (proprio appena arriva nella nuova casa) incontra Will,colui che sarà poi il protagonista maschile della storia.Poco dopo lui la invita ad uscire e si baciano...avviene tutto TROPPO velocemente.Nel giro di venti pagine sono già innamorati l'uno dell'altra.Di solito non amo questa cosa nei libri,mi piacciamo le storie d'amore che si creano dopo un lungo corteggiamento!Comunque andiamo avanti...Quando Lake intraprende il primo giorno di scuola capisce che Will è il suo professore di poesia e quindi decidono di non frequentarsi più perchè lui non può perdere il suo lavoro.Questa in teoria dovrebbe essere la "complicazione " della loro storia d'amore.Mi è sembrato  tutto molto forzato,come se l'autrice non sapesse come continuare la storia, e quindi ha deciso di aggiungere questo ostacolo,del tutto irreale secondo me.Irreale perchè lui ha 21 anni e in teoria non sarebbe molto veritiera come cosa.Sta intraprendendo un corso e blablabla però è comunque troppo giovane per fare il professore,per di più di liceo,dove i suoi studenti sono suoi coetanei (può anche essere che in America succedano queste cose,però sembra abbastanza strana come cosa).Per tutto l'arco del libro mi sono chiesta "Lei non può cambiare scuola,o almeno corso?" (visto che poesia,da quanto ho capito non era un corso obbligatorio).E invece no,perchè Will ha affermato che doveva continuare a frequentare le sue lezioni perchè "Dovevano abituarsi abituarsi ad avere dei contatti".Ma se Lake non frequentasse le lezioni di Will che male ci sarebbe se uscissero insieme?Nessuno se ne accorgerebbe.Quindi si,ci sono cose di questo libro che non sono riuscita veramente a spiegarmi.La storia d'amore non mi è piaciuta.L'ho trovata abbastanza superficiale in fondo,nonostante l'autrice tentasse di spacciarlo come un legame forte e intenso.Già il fatto che lui,prima di baciarla non sapesse che lei frequentava ancora il liceo,è una cosa che fa pensare.Quindi gran parte del libro ruota intorno a questa cosa: lui ha momenti di debolezza,la bacia con passione,poi si rende conto di quello che sta facendo e si ferma,quindi lei si arrabbia...è un continuo,e dopo un po' sinceramente scoccia.Poi succede un fatto,ad un certo punto del libro che mi ha lasciata abbastanza basita (non ve lo dirò,perchè odio fare spoiler,però se volete potete chiedermelo nei commenti),mi ha fatto pensare che l'autrice volesse aggiungere troppa carne al fuoco,volesse aggiungere un che di drammatico per creare un libro di spessore.Mi è persa a tratti "un'accozzaglia di cose":morte,situazioni famigliari difficili,"quasi stupro".Certo,non tutto in questo libro è da buttare.Il modo di scrittura semplice e fluido rende facile finire il libro in poco tempo e poi ho trovato carino il rapporto fra Lake e sua madre,secondo me il legame più e veritiero dell'intero libro.La madre di Lake è l'unico personaggio per il quale ho provato una parvenza di simpatia...fa tutto quello che farebbe una qualunque mamma,per alcuni versi mi ha ricordato anche la mia,quindi ho apprezzato il fatto che fosse rappresentata come un personaggio reale.Mi è piaciuto il fatto che il libro fosse incentrato sulla poesia,una delle miei più grandi passioni,alcune poesia in particolare "Il palloncino rosa" (che scrive l'amica di Lake,Eddie) le ho trovate molto piacevoli.
Mi è dispiaciuto un po' scrivere questa recensione,è sempre brutto giudicare negativamente un libro,ma in un certo senso mi sentito di dovervelo.Non posso di certo sempre recensirvi o parlarvi di libri che mi sono piaciuti,qualche recensione negativa ogni tanto ci vuole.Non mi sento di consigliarvelo,l'ho trovato abbastanza banale,probabilmente ci sono tanti libri,sullo stesso genere molto più belli.Ad esempio se vi piacciono gli amori complicati vi consiglio assolutamente "Il tuo meraviglioso silenzio" di Katja Millay.Probabilmente sarò l'unica persona a cui questo libro non è piaciuto,ma fa niente,sono abituata ad essere la pecora nera XD

GIUDIZIO: Bah!

Fatemi sapere se le pensate come me,oppure se il libro vi è piaciuto.Vi mando un bacio :* Alla prossima!

                                                                                                                                              MissDafne





giovedì 19 febbraio 2015

BOOK HAUL #5

Buon pomeriggio amici ed amiche,
oggi vi mostrerò gli ultimi acquisti che ho fatto**
           



#1"Four" che mi è stato regalato dai miei genitori.L'ho già letto ed a breve lo recensirò *


AUTORE: Veronica Roth

SERIE:Divergent

CASA EDITRICE: Deagostini

GENERE: Distopico

PREZZO DI COPERTINA: 14.90 euro

TRAMA.Quando per Tobias, il figlio sedicenne del leader degli Abneganti, arriva il giorno della scelta, il ragazzo non ha dubbi: vuole passare negli Intrepidi, perché questa è la sua unica possibilità di allontanarsi dal padre violento. Quattro - questo è il nome che si è dato - può iniziare così la sua nuova vita, con l'obiettivo di sconfiggere tutte le sue paure... Il percorso da fare è ricco di soddisfazioni, ma anche pieno di ostacoli e solitario, almeno fino a quando non fa la sua comparsa una ragazza davvero speciale





#2"Marina" che mi è sempre stato regalato dai miei.L'ho letto e recensito (la recensione la trovate qui)



AUTORE: Carlos Ruiz Zafòn

CASA EDITRICE: Oscar Mondadori


GENERE: Romanzo


PREZZO DI COPERTINA: 13 euro


TRAMA: 
Barcellona, fine anni Settanta. Óscar Drai è un giovane studente che trascorre gli anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell'età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Óscar ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno, un antico grammofono suona un'ammaliante canzone per voce e pianoforte. Nel momento in cui sottrae l'oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Óscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. E niente per lui sarà più come prima. Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più amata: segreti che lo spingeranno non solo alla più lunga fuga mai tentata dal detestato collegio, ma anche verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza. Scritto prima de "L'ombra del vento" e "Il gioco dell'angelo" questo romanzo ne anticipa i grandi temi: gli enigmi del passato, l'amore per la conoscenza, la bellezza gotica e senza tempo di Barcellona.

#3"Tutto ciò che sappiamo dell'amore" che ho ordinato usato su Libraccio e ho pagato 8 euro.


AUTORE:Collen Hoover

CASA EDITRICE: Rizzoli

GENERE: Young Adult

PREZZO DI COPERTINA: 16 euro

TRAMA: Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori - giovanissimo, ma dall'altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam - una gara di versi - per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi.




#4 "Percy Jackson e il Mare di mostri" che ho preso usato su Libraccio per 6.50 euro.Sto cercando di recuperare tutta la serie in brossura.


AUTORE: Rick Riordan

SERIE: Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo

CASA EDITRICE: Mondadori

GENERE: Fantasy

PREZZO DI COPERTINA: 13 euro

TRAMA: La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora il campo è in grave pericolo: l'albero magico che lo protegge è stato avvelenato e non riesce più a difenderlo dalle invasioni dei mostri. Solo il Vello d'Oro può salvarlo! Ma è custodito su un'isola da Polifemo, nelle acque tumultuose del Mare dei Mostri. La missione è affidata alla figlia di Ares, ma Percy non può certo restarsene con le mani in mano... anche perché il suo satiro custode Grover è nelle grinfie di Polifemo! Accompagnato dalla fedele Annabeth e dal nuovo amico ciclope Tyson, Percy dovrà intraprendere un viaggio per mare e affrontare le mille insidie che nasconde, dalla maga Circe al canto delle sirene. E come se non bastasse, la profezia dell'Oracolo si complicherà... Chi sarà, tra i figli dei tre Grandi, a tradire gli dei dell'Olimpo?

#5"Percy Jackson e la Maledizione del Titano" preso usato su Libraccio per 6.50 euro.


AUTORE: Rick Riordan 

SERIE: Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo

CASA EDITRICE: Mondadori

GENERE: Fantasy

PREZZO DI COPERTINA: 13 euro

TRAMA.Una nuova pericolosa impresa attende Percy Jackson: insieme alle compagne Talia e Annabeth deve introdursi in una scuola per portare al Campo Mezzosangue Nico e Bianca, due potentissimi semidei, eludendo la sorveglianza del vicepreside. Ma sotto le spoglie dell'aguzzino si nasconde un mostruoso emissario del perfido Crono, che rapisce Annabeth. Creature sepolte da millenni sono tornate alla luce, pronte a servire il sogno di vendetta dei Titani contro gli antichi nemici, gli dei dell'Olimpo. Per impedire la catastrofe, Percy e i suoi amici dovranno intraprendere un viaggio ai confini del cielo e sfidare una ferale profezia: uno si perderà, un altro patirà la maledizione del Titano e l'ultimo perirà per mano di un genitore. Chi, tra i cinque eroi partiti per la missione, riuscirà a sopravvivere per giungere al cospetto di Crono e sconfiggere Atlante, costretto a reggere il peso della volta celeste?

#6"Percy Jackson e lo scontro finale" preso usato su Libraccio per 6.50 euro


AUTORE: Rick Riordan

SERIE: Percy Jackson e gli dei dell'olimpo

CASA EDITRICE: Mondadori

GENERE: Fantasy

PREZZO DI COPERTINA: 13 euro

TRAMA: Al Campo Mezzosangue Percy Jackson e i suoi amici si sono preparati tutto l'anno per la battaglia contro i Titani, sapendo che le probabilità di vittoria sono minime. L'armata di Crono è infatti più forte che mai, soprattutto da quando alcuni dei e semidei traditori si sono arruolati nelle sue file, accrescendo il suo potere. Mentre gli dei sono impegnati a contenere l'assalto del mostruoso Tifone, Crono avanza verso New York, dove il Monte Olimpo, apparentemente incustodito, aspetta solo di essere espugnato. Sarà compito di Percy e del suo agguerrito seguito di semidei fermare l'ascesa del Signore del Tempo e difendere la divina dimora dalle sue brame. Ma non sarà la sola minaccia che dovrà affrontare, perché l'attesa profezia che grava sul suo sedicesimo compleanno si avvererà. E mentre per le strade di Manhattan si combatte una guerra per la salvezza del mondo, Percy si troverà faccia a faccia con un terribile presentimento: che il nemico più forte contro cui sta lottando sia il proprio destino

Ne avete letto qualcuno? Vi sono piaciuti?
Fatemi sapere gli acquisti che avete fatto recentemente.

                                                                                                                                                 MissDafne





domenica 15 febbraio 2015

RECENSIONE MARINA

Buongiorno amici ed amiche,
oggi vi recensirò un libro che ho finito da poco:"Marina" di Carlos Ruiz Zafòn.
Sono veramente contentissima di questo 2015 (per ora) perchè sto leggendo libri fantastici.

TITOLO:Marina

AUTORE: Carlos Ruiz Zafòn

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Oscar Mondadori

TRAMA:Barcellona,fine degli anni Settanta.Oscar Drai è un giovane studente che trascorre i faticosi anni della sua adolescenza in un cupo collegio.Di tanto in tanto ama allontanarsi dalle soffocanti mura del convitto per perdersi nel dedalo di vie,ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero.In una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa.All'interno,su un tavolo,un antico grammofono suona un'ammaliante canzone,accanto,un vecchio orologio da taschino dal quadrante scheggiato.Oscar,senza sapersi spiegare il perchè,sottrae l'oggetto e scappa.Qualche giorno dopo torna per restituire il maltolto e incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre,il pittore Germàn.Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più gotica e sempre più amata,che lo spingeranno verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza.


                                                 MIE CONSIDERAZIONI:
                "Non si capisce niente della vita finchè non si comprende la morte"

Mi sono imbattuta in questo libro quasi per caso,un giorno l'ho visto in libreria e l'ho comprato,senza aver letto neanche una recensione.Non so cosa è stato ad attirarmi:forse la copertina velata di mistero,l'autore,oppure la trama...so soltanto che appena l'ho visto mi sono sentita subito attratta dalla storia,ero sicurissima che mi sarebbe piaciuto,e così è stato.
"Marina" racconta una storia intensa,singolare,una storia capace di rapirti fin dalla prima pagina.
Un avevo mai letto nulla di Zafòn,ma ho sentito dire da ogni dove che è un autore bravissimo e molto particolare...non posso che trovarmi d'accordo.Ha un modo di scrivere "diverso",uno stile di scrittura personale,ricco di sfaccettature,tant'è che mentre lo leggevo mi sono segnata tante frasi che mi hanno colpita."Non sapevo ancora che prima o poi,l'oceano del tempo ci restituisce tutti i ricordi che vi seppelliamo".
Ho apprezzato moltissimo che il libro iniziasse con con delle note d'autore un po' particolari.Zafòn nella prima pagina si rivolge direttamente al lettore definendolo "un caro amico" ed esponendogli tutti i suoi pensieri riguardo il libro, il libro che lo stesso autore considera uno dei suoi "prediletti"."Fra tutti i libri che ho pubblicato,Marina è uno dei miei preferiti".Durante la lettura di "Marina scorgevo tra le pagine un velo di nostalgia,come se Zafòn stesse lasciando a noi lettori una parte di sè,la più intima."Scompare solo la gente che ha qualche posto dove andare",secondo me questa è una delle frasi  più significative del libro.Ma ora parliamo del libro: tutto il libro ruota intorno ad un mistero,un mistero seppellito per anni che sarà riportato alla luce e quindi risolto dai nostri due protagonisti,Marina e Oscar.Non sono una grandissima amante dei gialli,però devo dire che questo mistero mi ha intrigata dall'inizio fino alla fine (sono arrivata a leggere fino alle 3 di notte perchè dovevo assolutamente sapere come andava a finire).All'inizio il libro procede abbastanza a rilento (almeno per chi è abituato a leggere cose leggere)ma quando si supera la metà del libro lo si finisce tutto d'un fiato.I personaggi li ho amati tutti. Da Oscar un protagonista a parer mio completo sotto tutti i punti di vista,a Marina,che ci viene descritta come una ragazza dall'aspetto incantevole e dalla personalità colorata. "Quando sorrideva uno poteva credere a qualunque cosa le uscisse dalle labbra",Germàn ,il padre di Marina, che nonostante sia sfinito dai dolori della vita,mantiene una personalità molto dolce e gentile,fino ad arrivare all'antagonista(se lo si può definire un antagonista) Michail,del quale veniamo a conoscere la storia e tutte le motivazioni che lo hanno spinto a compiere  scelte sbagliate nella vita.Penso che questo libro si possa adattare a molti genere: c'è un lato romantico (appunto la storia d'amore tra Marina e Oscar),un lato drammatico e un altro fantastico con tinte horror,e perciò sono certa che possa piacere a lettori con gusti svariati.Persino io ora come ora dopo averlo letto ed amato non  saprei classificarlo in un solo genere.Nonostante ciò penso che l'argomento che spicchi più di tutti sia l'amore: l'amore paterno,l'amore puro che solo due quindicenni riescono a provare l'uno per l'altra,l'amore tormentato,condannato che dura tutta la vita,capace di superare qualsiasi limite ed ostacolo."Io e te siamo uguali,Oscar.Siamo soli e condannati ad amare chi è già stato condannato".Alla fine non sapevo più cosa aspettarmi,Zafòn lascia troppo all'immaginazione,mi aspettavo un finale unico,e così è stato,penso che non sarebbe potuto terminare nel modo più giusto.Quando l'ho finito ho sentito una stretta al petto,non riuscivo a credere che l'avventura di Marina ed Oscar,nella quale mi sono sentita molto partecipe fosse giunta al termine.Mi sono sentita nostalgica come se l'avessi vissuta io in prima persona.
Lo consiglio assolutamente a tutti,è una lettura da fare secondo me!Seguite il mio consiglio,non ve ne pentirete.

GIUDIZIO: Bellissimo.

Fatemi sapere se questo libro vi è piaciuto oppure no.Spero che la recensione vi sia piaciuta.Un bacio :* 

                                                                                                                                                MissDafne



giovedì 12 febbraio 2015

FILM #Gennaio2015

Buon pomeriggio cari amici lettori,
io sono ferma al letto a causa dell'influenza -.-
Quindi ne ho approfittato per scrivervi un post che era da tempo che desideravo proporvi.
Vi parlerò di quattro film che ho visto a Gennaio e vi esporrò le mie considerazioni a riguardo.

#1
TITOLO: The imitation game

REGISTA: Morten Tyldum

GENERE: Biografico,thriller

CASA DI PRODUZIONE: Black bear Pictures

INTERPRETI: Benedict Cumberbatch,Keira Knightley, Matthew Goode

CONSIDERAZIONI: Questo film mi è piaciuto tantissimo,non conoscevo la storia di Alan Turing per cui sono rimasta piacevolmente sorpresa.Seguo la serie "Sherlock" quindi già sapevo che Benedict recita benissimo,però in questo film si è sicuramente superato...CHE INTERPRETAZIONE!
Anche il resto del cast ha  fatto la sua parte,Matthew Goode è stata una bella scoperta. VOTO: 8

                                                            TRAILER: 


                                                          

#2
TITOLO: Big Eyes

REGISTA: Tim Burton

GENERE: Biografico,drammatico

CASA DI PRODUZIONE: Electric City

INTERPRETI: Amy Adams,Christoph Waltz,Danny Huston

CONSIDERAZIONI:Questo film aveva tutte le carte in regola per dimostrarsi un film grandioso:regista ed attori talentuosissimi,storia intrigante..
Eppure mi ha completamente delusa!Arrivata ad un certo punto del film non riuscivo più a capire che tipo di film stavo guardando...si era trasformato in  una sottospecie di thriller.
Che spreco di idee! VOTO: 6


                                                     TRAILER:
                                                     
#3
TITOLO: Unborken

REGISTA: Angelina Jolie

GENERE: Drammatico,azione

CASA DI PRODUZIONE: Universal Pictures

INTERPRETI: Jake O' Connell,Domhnall Gleeson,Garrett Hedlund

CONSIDERAZIONI: Mi sono innamorata di questo film prima ancora di vederlo,guardando il trailer.L'ho aspettato per un intero anno,per cui avevo una paura terribile che le mie aspettative fossero troppo alte.Invece... wow!Sono rimasta letteralmente senza parole,è un film fantastico che in due ore è stato capace di farmi sorridere,emozionare piangere.Un capolavoro.VOTO: 9


                                                    TRAILER:
                                   
4#
TITOLO:Si accettano miracoli

REGISTA: Alessandro Siani

GENERE: Comico (?)

CASA DI PRODUZIONE: 01 Distribution

INTERPRETI: Alessandro Siani,Fabio de Luigi,Serena Autieri

CONSIDERAZIONI:Non ci siamo proprio!
Sono andata a vedere questo film solo ed esclusivamente per fare contento un mio amico...odio i film comici,soprattutto quelli che non fanno ridere,come questo!
Alessandro Siani mi piace abbastanza (anche se ora mi è particolarmente sceso,dopo la battuta che ha fatto al festival di Sanremo),però questo film non aveva un senso,di una banalità assurda!VOTO: 5 (solo per Fabio de luigi,l'unico che si salva)

                                                              TRAILER:
                                                             

Spero che il post vi sia piaciuto!Fatemi sapere se questi film vi sono piaciuti,ma soprattutto sono curiosa di sapere quali film avete visto a Gennaio.Un bacio <3

                                                                                                                                                MissDafne






                                                         

lunedì 9 febbraio 2015

L'AUTOREGALO PERFETTO #SanValentinoEdition

Salve amici ed amiche,
oggi vi propongo un nuovo appuntamento della rubrica "L'autoregalo perfetto".
Ho fatto questo post per Natale (che trovate qui) e ora voglio proporvelo per l'imminente festa degli innamorati!
Premetto con il dire che ODIO San Valentino perchè penso che sia senza senso,però sfrutto questa festa come una buona occasione per farmi un regalino.
Ovviamente tutti i libri che vi citerò avranno a che fare con l'amore,spero che troviate qualcosa che vi piaccia.

#Per chi ama le letture leggere.


TITOLO:Scrivimi ancora

AUTORE: Cecelia Ahern

GENERE: Romanzo

PREZZO:9.9O

CASA EDITRICE: Bur

RECENSIONE: qui

LO CONSIGLIO: a chi è innamorato di una persona vicina alla quale non ha il coraggio di rivelare i propri sentimenti.




#Per gli inguaribili romantici


TITOLO: Per una volta nella vita (alias Eleanor e Park)

AUTORE: Rainbow Rowell

GENERE: Romanzo

PREZZO: 14.90

CASA EDITRICE: Piemme

RECENSIONE: QUI

LO CONSIGLIO:a tutti coloro che desiderano ricordare con affetto il loro prima amore (ma anche a coloro che lo stanno vivendo).





#Per chi ha voglia di commuoversi.


TITOLO:Il rumore dei tuoi passi

AUTORE: Valentina D'Urbano

GENERE: Romanzo drammatico

PREZZO: 9.90 euro

CASA EDITRICE: Longanesi

LO CONSIGLIO:a tutti coloro che hanno vissuto una storia d'amore tormentata ma tanto tanto intensa.







#Per chi ama l'amore all'interno di "loschi" contesti,


TITOLO:Non lasciarmi

AUTORE:Kazuo Ishiguro

GENERE: Distopico

CASA EDITRICE:Einaudi

LO CONSIGLIO: a chi si sente disposto a far tutto per la persona che ama.









#Per chi desidera una storia mozzafiato



TITOLO: Il tuo meraviglioso silenzio

AUTORE: Katja Millay

GENERE: New Adult

CASA EDITRICE: Mondadori

RECENSIONE: qui

LO CONSIGLIO: a chi crede ancora nell'amore puro,platonico,eterno.






Quale libro pensate faccia per voi?Fatemelo sapere.
Spero che questo post vi sia piaciuto e che i consigli che vi ho dato possano esservi d'aiuto.

                                                                                                                                          MissDafne













sabato 7 febbraio 2015

RECENSIONE "IL TUO MERAVIGLIOSO SILENZIO"

Buona sera/giorno/mattina cari lettori <3
Ultimamente sto leggendo parecchio,per cui,sono più che contenta di scrivervi tante recensioni!
Oggi parliamo di....

TITOLO:Il tuo meraviglioso silenzio

AUTORE: Katja Millay

GENERE: Drammatico/romanzo

CASA EDITRICE: Mondadori

TRAMA: Le sue dita non possono più correre sul pianoforte,il suo mondo pieno di note è diventato muto.Nastya era una promessa della musica,prima.Prima che tutto precipitasse,prima che la vita perdesse significato.Da 452 giorni Nastya ha smesso di parlare,ed il suo unico desiderio è tenere nascosto il motivo del suo silenzio.La storia di Josh non è un segreto,ha perso tragicamente i suoi cari,e nel recinto impenetrabile che ha costruito intorno a sè si sente al riparo dalla compassione degli altri e libero di dedicarsi in solitudine all'unica cosa che lo tiene in vita:intagliare il legno.Quando non sembra più esserci più luce nè speranza,Nastya e Josh si trovano e le sensazioni sopite esplodono dal corpo e dal cuore.Due lontananze si incontrano ,cercando l'una nell'altra la forza per superare il passato e rinascere davvero.

                                               MIE CONSIDERAZIONI
Ero molto indecisa se fare questa recensione o no.Ultimamente ho letto talmente tante recensioni inerenti a questo libro,che non sapevo se sarebbe stata una buona idea scriverla e proporverla...Scorrendo tra le recensioni da me scritte mi sono resa conti di non aver mai parlato di un libro che mi abbia entusiasmata veramente tanto,quindi ho pensato di rimediare
Era da un po' che non mi capitava di leggere un libro che mi prendesse così tanto,che mi catturasse durante tutto l'arco della storia.
All'inizio non mi ispirava per niente,sarà stato per la copertina (che mi faceva pensare a libri tipo"Uno splendido Disastro" -_-),oppure per la trama che mi sembrava abbastanza scontata...e invece,penso di non essermi mai sbagliata così tanto in vita mia.
"Il tuo meraviglioso silenzio" è un libro che regala,e sa regalare tanto.E' una storia d'amore si,ma una storia d'amore "diversa",una storia d'amore così intensa e profonda,che tu arrivi quasi a pensare se è possibile,che esistano nella realtà rapporti del genere,e desideri ardentemente di trovare qualcuno che riesca a capirti come Josh e Nastya riescono a comprendersi.I protagonisti,sono due ragazzi che potrebbero essere definiti "disturbati".Lei ha subito un grande shock che l'ha spinta a smettere di parlare,lui invece ha perso tutti i suoi famigliari ed è rimasto completamente solo.Eppure,entrambi hanno una personalità così forte,che arrivi a dimenticarti,ad un certo punto del libro che loro siano così fragili,che ne abbiamo passate cosí tante nella vita.
Passiamo ad analizzare tutti e due i personaggi,i quali raccontano in prima persona la storia.
Non ricordo di aver trovato mai un protagonista come Nastya,è molto particolare,arrivi alla fine del libro e non riesci a capire se l'hai compresa pienamente oppure no.Ha un brutto rapporto con il mondo esterno,con le altre persone con le quali non riesce a rapportarsi "Morire non è poi così male dopo la prima volta.Lo so per esperienza.La morte non mi spaventa più.E' tutto il resto a spaventarmi".Non si sente mai al sicuro,se non dentro casa sua con i suoi pensieri a farle compagnia "Fuori è tutto un altro discorso.Non mi sento mai al sicuro,fuori".
E' un personaggio capace di stupirti,che ti spinge ad amare ancora di più il libro.
E poi c'è  Josh,il mio amato Josh,che ne ha passate tante, troppe nella vita. Ha una personalità molto chiusa,schiva e difficilmente riesce ad entrare in contatto con altre persone,perchè ha paura di affezionarsi a loro come si è affezionato a tutti i suoi cari che sono poi morti.Ma con Nastya è diverso,Josh riesce a sentirsi a proprio agio,se stesso."Vuoi che te lo ripeta?Sei talmente carina da risultare distraente,e non so nemmeno se la parola esista.Così carina che prima o poi finirò per mozzarm un dito in garage visto che non riesco a concentrarmi quando ti ho accanto."    
Al contrario di Nastya,Josh non allontana le persone,è allontanato dalle persone,e penso che ciò in un certo senso completi i due personaggi.Hanno un disperato bisogno l'uno dell'altra."E' l'ironia del destino mio e di Josh,e ogni volta che ci penso me ne vergogno.Lui non ha famiglia .Nessuno che lo ami.Io sono circondata d'amore e non ne voglio sapere.
Queste frasi che ho citato sono solo alcune delle bellissime citazioni che è facile trovare in questo libro,grazie al modo molto semplice ma al contempo ricco in cui è scritto.
"Il tuo meraviglio silenzio" mi ha emozionata più volte,mi ha addirittura commossa (e non è una cosa affatto facile).Mi ha fatto rivalutare i romance,anche se non mi sento di definire questo libro un romance,tratta l'amore in un modo diverso,come un qualcosa di indispensabile,come un qualcosa a cui i due protagonisti si aggrappano per sopravvivere,ognuno è l'ancora dell'altro.  
Il loro amore è  puro,completamente puro.(tant'è che il primo bacio arriva addirittura dopo la metà del libro).E' questa forse,la cosa che ho amato di più del libro.Descrive passo per passo il corteggiamento,la storia d'amore procede a piccoli passi."Sta cercando la mia vera essenza.Mi domando se riuscirà ma scovarla,e in caso,se potrà aiutarmi a ritrovarla" (dice Nastya riferendosi a Josh).E poi c'è Drew,uno dei personaggi secondari.Lo ho adorato,letteralmente!Penso sia il personaggio che compie la crescita più significativa in tutto l'arco del libro.E' ben descritto e caratterizzato dall'autrice la quale a differenza di molti autori non si è soffermata soltanto sui protagonisti,ma ha regalato ad ogni personaggio un'identità.
Gli ultimi capitoli mi hanno tenuta attaccata alle pagine...la mia voglia di andare avanti lottava con il mio istinto che mi diceva di non finire il libro.Ma non ce l'ho fatta,pur non volendo ho finito "Il tuo meraviglioso silenzio" in un giorno.La fine l'ho trovata perfetta.Vengono chiarite tutte le questioni e gli interrogativi che si creano nell'arco del libro trovano risposta.Ora non voglio anticiparvi nulla,però ci tengo a dire che ho trovato questo libro perfetto,dall'inizio alla fine.
Lo consiglio a tutti,è un libro assolutamente da leggere.Se non vi intriga il genere o la trama leggetelo comunque,non fate il mio stesso sbaglio:non giudicatelo prima di leggerlo!

GIUDIZIO: Fantastico


Cosa ne pensate di questo libro?L'avete letto?
Fatemi sapere le vostre considerazioni a riguardo.


                                                                                                                                               MissDafne 

mercoledì 4 febbraio 2015

WEDNESDAY #7

Salve amici <3
Come state?
Da me fa un freddo bestiale,per cui,colgo l'occasione per restare a casa con del tea caldo a godermi un buon libro.
Come ogni altro Wednesday risponderò alle seguenti domande:

#Che libro hai appena finito di leggere?

TITOLO: Marina

AUTORE: Carlos Ruiz Zafòn

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Mondadori

TRAMA: Barcellona,fine degli anni Settanta.Oscar Drai è un giovane studente che trascorre i faticosi anni della sua adolescenza in un cupo collegio.Di tanto in tanto ama allontanarsi dalle soffocanti mura de convitto per perdersi nel dedalo di vie,ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero.In una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa.All'interno,su un tavolo,un antico grammofono suona  un'ammaliante canzone,accanto,un vecchio orologio da taschino dal quadrante scheggiato.Oscar,senza sapersi spiegare il perchè,sottrae l'oggetto e scappa.Qualche giorno dopo torna per restituire il maltolto e incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre,il pittore Germàn.Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti inconfessabili del passato di una famiglia e di una Barcellona sempre più gotica e sempre più amata,che lo spingeranno verso l'irrevocabile fine della sua adolescenza. 
L'ho finito e mi è piaciuto parecchio,fatemi sapere se vi interessa una recensione.

#Cosa stai leggendo al momento?

TITOLO: Four

AUTORE: Veronica Roth

SERIE: Divergent

GENERE: Distopico

CASA EDITRICE: Dea

TRAMA: Quando per Tobias Eaton -il figlio del leader degli Abneganti- arriva il giorno della Scelta,il ragazzo non ha dubbi: vuole andarsene dalla fazione che per sedici anni è stata la sua prigione e allontanarsi dalla furia del padre violento.Per il suo nuovo inizio sceglie di unirsi agli Intrepidi ,perchè vuole imparare da loro a sconfiggere le proprie paure e a essere coraggioso.Con un nuovo nome "Quattro",comincia l'addestramento,che lo porta ben presto a scalare le classifiche degli iniziati e ad attirare a sè l'interesse delle più alte sfere dirigenziali,che lo vorrebbero trasformare nel più giovane capo fazione che gli Intrepidi abbiano mai avuto.Ma è davvero così...oppure c'è qualcosa di più inquietante negli intrighi dei leader Intrepidi?Due anni dopo,Quattro-disgustato dalle trame della sua fazione-è pronto a fare la propria mossa e a lasciarsi di nuovo tutto alle spalle,ma l'arrivo di una giovane iniziata cambia ogni cosa.Perchè grazie a lei,Quattro scopre un lato di sè che non credeva di possedere.Grazie a lei,potrebbe tornare ad essere semplicemente Tobias.

#Cosa leggerai in seguito?

TITOLO: E l'eco rispose

AUTORE: Khaled Hosseini

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Piemme

TRAMA:Sulla strada che dal piccolo villaggio di Shadbagh porta a Kabul,viaggiano un padre e due bambini.Sono a piedi e il loro unico mezzo di trasporto è un carretto rosso ,su cui Sabur ha caricato la figlia di tre anni,Pari.Sabur ha cercato in molti modi di rimandare a casa il figlio ,Abdullah, senza riuscirci.Il legame fra i due fratelli è troppo forte perchè il bambino si lasci scoraggiare.Ha deciso che li accompagnerà a Kabul e niente potrà fargli cambiare idea,anche perchè c'è qualcosa che lo turba in quel viaggio ,qualcosa di non detto e di vagamente minaccioso di cui non sa darsi ragione.Ciò che avviene al loro arrivo è una lacerazione che segnerà  le loro vite per sempre.Attraverso generazioni e continenti ,in un percorso che ci porta di Kabul a Parigi,da San Francisco all'isola greca di Tinos,Khaled Hosseini esplora con grande profondità i molti modi in cui le persone amano,si feriscono si tradiscono e si sacrificano l'una per l'altra.

Avete letto qualcuno di questi libri?Vi ispirano?
Quale libro avete appena finito di leggere,quale state leggendo e quale leggerete in futuro?

                                                                                                                                               MissDafne

martedì 3 febbraio 2015

Problemi di una lettrice accanita #1

Buon pomeriggio cari amici lettori :)
Voglio iniziare questa nuova rubrica,che prenderà appunto il nome "Problemi di una lettrice accanita".In questa rubrica tratteró alcuni dei classici problemi che turbano i lettori più "voraci",e cercherò di trovare dei modi per risolverli.
Il problema che affronteremo oggi è:PRESTARE LIBRI.
Ormai i lettori compulsivi vengono considerati come delle librerie ambulanti.Le persone ci considerano come delle biblioteche,pensano che noi possediamo qualunque libro esistente,e quindi ricorrono a noi quando desiderano leggere qualche libro che però non hanno voglia di comprare.Ma noi dobbiamo dire BASTA!Non siamo delle pedine da usare a piacimento!.Okay,magari la sto facendo troppo lunga,sto esagerando...quindi arriviamo al succo.

                                       

Passiamo alle possibili situazioni che vi si potrebbero presentare,ma per le quali troveremo due soluzioni

1# Situazione:
Il ragazzo più carino della classe (per il  quale hai una cotta segreta da tempi immemori) ti si avvicina e ti chiede di prestargli un libro...sai però che è il tipo di persona che rovina le cose quindi:
Opzione A(accetti solo per fare bella figura con lui e corri il rischio,gli dici però di leggerlo con la massima cura*magari ci scappa un appuntamento*)
Opzione B (gli esponi tutte le ragioni per le quali non gli puoi prestare il libro,fai leva suoi tuoi diritti da lettrice,e si,fai la figura della psicopatica,accettando che non avrai mai più una possibilità con lui *ma almeno i tuoi cari libri sono al sicuro*)

2#Situazione: 
La tua migliore amica ti chiede di prestarle il tuo libro PREFERITO durante le vacanze di Natale (quindi non vedrai il tuo libro per almeno due settimane) cosa fai:
Opzione A (accetti e ti fai prestare un libro da lei (così da ricattarla nel caso non ti ridia il libro)
Opzione B (Ti inventi una scusa a caso *me lo ha mangiato il gatto*,*l'ho lasciato a casa di mio zio in Australia*,*Me lo ha rubato mia nonna*,non saresti l'amica del secolo,ma sei consapevole che per i tuoi libri faresti di tutto)

3#Il tuo insolente fratello ti chiede di prestargli un qualsiasi tuo libro...sai però che lui è una persona molto critica che spesso tende a giudicare i tuoi gusti letterali,come agisci:
Opzione A (gli presti il libro più bello che hai,o un libro che potrebbe avvicinarsi ai suoi gusti,per paura che possa screditare i titoli che tanto ami)
Opzione B (ricacci eventi mooolto passati,o inventi,nei quali tuo fratello non ti ha prestato qualcosa che volevi o ti ha rotto un oggetto importate...quindi ammetti di non essere psicologicamente pronta per prestargli qualcosa)

Penso che abbiate capito che le opzioni A sarebbero adatte per persone ragionevoli e riflessive,mentre le opzioni B per dei veri lettori compulsivi pronti a far tutto,proprio TUTTO per i proprio libri.(proprio come me XD)
Quali opzioni scegliereste,se vi trovaste in queste situazioni?

Spero che il post vi sia piaciuto...fatemi sapere se vi piace la rubrica e se volete che continui a portarla avanti!.

                                                                                                                                       MissDafne

domenica 1 febbraio 2015

Recensione L'accademia dei vampiri

Salve amici :)
Mi scuso enormemente per i tanti giorni di assenza,solo che ho avuto diversi problemi con il computer quindi non ho potuto scrivere post per un po'.
Oggi ci parlerò di un libro che ho finito proprio ora.
TITOLO:l'Accademia dei vampiri        

SERIE:l'Accademia dei vampiri

AUTORE:Richelle Mead 

CASA EDITRICE:Rizzoli

GENERE:Paranormal Fantasy

TRAMA:Fuggire dall'Accademia dei Vampiri per rifugiarsi fra gli uomini sembrava  l'unica strada per una vita "normale".Ma a due anni dalla fuga,Lissa principessa erede di una delle più nobili casate di  vampiri Moroi e Rose,sua migliore amica e guardiana vengono ritrovate e riportate fra le mura del college.Dietro l'apparente ritorno alla normalità si nasconde una lotta senza regole nè morale per il controllo di un potere di cui Lissa e l'ignara custode.I pettegokezzi ,gli sguardi curiosi,le malignità mascherate da amicizia sono i nemici più facili da sconfiggere.Il pericolo reale si mostra solo quando decide di colpire.Lissa pagherà con la vita,se Rose non sarà capace di proteggerla.

                                           MIE CONSIDERAZIONI:

Questo libro non ha deluso le mie aspettative,pensavo che si sarebbe rivelato un libro piacevole e così é stato.
Adoro le storie sui vampiri,ne ho lette a bizzeffe,eppure "l'accademia dei vampiri" é riuscito a regalrmi un qualcosa di nuovo,è riuscito a coinvolgermi.Ovviamente,con questo non intendo dire che sia uno degli paranormal fantasy più belli che io abbia letto,però in questo genere,spesso è difficile trovare dell'originalitá ,e questa storia mi ha intrigata non poco.
Ci sono due protagoniste:Rose,e Lissa,due migliori amiche che si proteggono a vicenda,ho adorato il loro rapporto,il fatto che fossero disposte a far tutto l'una per l'altra,a compiere qualasiasi sacrificio per vedere l'altra felice"Piegai la testa di lato e scostai i capelli,lasciando scoperto il collo.La vidi esitare,ma la vista del mio collo e di ciò che le offriva fu troppo convincente.Un'espressione affamata le attraversó il viso,e le sue labbra si schiusero un poco,snudando i canini" Ognuna è la forza e la debolezza dell'altra..Ho apprezzato molto il fatto che la storia fosse incentrata su loro due,e non sulla solita coppietta amorosa sdolcinata.Di certo,però le coppiette non mancano!All'inizio non riuscivo minimamente a sopportare Rose,la trovavo semplicemente odiosa...andando avanti però sono riuscita ad apprezzarla un po'di più.Si rende conto di quel che è ,dell'effetto che fa ad i ragazzi,per cui sono stata molto contenta di non essermi imbattuta di nuovo in una di quelle protagoniste che si credono brutte,ma poi guarda caso,si va a scoprire che sono delle fighe assurde.Rose è forte,ed è consapevole delle sue qualitá.Lissa invece mi é parsa abbastanza assente per tutto l'arco del libro,ha una persolitá troppo debole,non ho trovato in lei alcuna caratteristica particolare...un po'piatta.Molti personaggi li ho trovati abbastanza stereotipati,primo fra tutti Dimitri:appare come il ragazzone super bello e forte in grado di fare qualsiasi cosa,dotato però di una personalità dolce e romantica...che noia!Praticamente mi sono ritrovata davanti la copia di Quattro di Divergent.Nonostante ciò però come di ho detto,ho trovato la storia carina,anche se non mi riesco ancora a spiegare come mai Rose debba finire in infermeria ogni venti pagine,e io debba  sorbirmi la storiella,ogni santa volta,di tutti che la vanno a trovare,le portano i regali e rimangono al suo capezzale per interi giorni.Lasciamo stare,lo sto maltrattando troppo questo libro,e non voglio,solo che molto spesso tendo a sottolineare i difetti di una storia ed accantano i pregi.Ovviamente,ho trovato dei punti positivi:primo fra la distinzione dei personaggi,non troviamo dei semplice vampiri e basta,ci sono tre categorie:i Moroi, che sarebbero i vampiri buoni che si cibbano di umani,ma lo fanno in un certo senso "pacificamente"(a questa categoria appartiene Lissa),poi abbiamo i dhampir,che sono metà umani e metà Moroi,tendono a proteggere questi ultimi (a questa categoria appartiene Rosa) e poi ci sono gli Strogoi,i cattivi della situazione,i vampiri che si nutrono di Moroi.Vista così può sembrare complicata come cosa,ma una volta entrati nella realtà del libro,vi riuscirà può semplice capire,ed integrarvi nella storia.Ho apprezzato sicuramente il tipo di scrittura molto semplice ed adolescenziale.Non so attribuire a questo libro un solo genere,diciamo che potrei definirlo sia un paranormal fantasy che uno young adult,penso che sia una lettura perfetta per chi ama il genere,o ha voglia di un qualcosa di abbastanza leggero e coinvolgente Ogni tanto,nonostante non processi molta simpatia nei confronti dei personaggi,mi lasciato andare ed assaporavo un po' di romanticismo "Poi senza il minimo preavviso si chino e la bacio.Fu rovente e rapido e impetuoxo ,un assaggio della rabbia e della passione e del desiderio che Christian racchiudeva in se.Lissa non era mai stata baciata coi,e la sentii rispondere,rispondergli. le .La fine è stata un po' troppo sbrigativa per i miei gusti...ma penso proprio che continueró la serie,sia perché sono molto curiosa di come si evolverà la storia,ma anche perché ho sentito dire che i seguiti sono uno piú bello dell'altro.Lo spero vivamente!
Vorrei che anche voi ci lasciaste coinvolgere da questo,e sappiate apprezzarne le cose belle,passando sopra a gran parte dei difetti che presenta (molti devi quali sono soggettivi,ci tengo a ribadire).

Giudizio:carino.

             Trailer del film (non ancora uscito in Italia)



Spero che questa recensione ci sia piaciuta,se trovate qualche errorino è perché sto ancora imparando ad usare la tastiera del tablet XD
Avete letto questo libro?Ci piacerebbe farlo?Fatemelo sapere...

                                                                                                       MissaDafne